CHI SIAMO

Alessandro Carrer (voce)

Cantante Mestrino con una caratteristica che lo contraddistingue, oltre alla versatilità ed al timbro vocale, è l’espressività e l’energia che riesce a trasmettere nei live. “Tutto è iniziato molto presto…quando ho capito che cantare era più efficace di qualsiasi altro rimedio!”

icona-facebook

Giulio Galiazzo (basso)

La musica è stata sempre una delle mie più grandi passioni, ascoltando i generi più svariati e cominciando a suonare la chitarra. Da piccolo passavo le giornate a guardare i Queen nel loro Live at Wembley e credo sia stato quello il momento in cui ho capito l’importanza e la bellezza della musica. Grazie a mio fratello, che mi ha regalato il mio primo basso per il compleanno, ho cominciato ad avvicinarmi a questo mondo.
All’età di 19 anni ho iniziato a studiare sotto la guida di Mauro Catellani, che ancora oggi mi segue nel percorso di studio.
In questi anni ho avuto l’occasione di spaziare tra vari generi passando dal rock, al pop internazionale e italiano, fino al blues (John Mayer, Eric Clapton, ecc.).
Oltre alla musica sono appassionato di sport: fin da piccolo ho praticato Kick Boxing a livello agonistico partecipando a competizioni internazionali e mondiali.
Sono molto felice di intraprendere questo percorso musicale con gli Exit, che riescono a trasmettermi una grande energia e passione.

icona-facebook

Stefano Bordignon (tastiere)

Inizia a suonare all’età di 13 anni pianoforte e chitarra, è autodidatta da sempre, con un’unica grande scuola ben frequentata: il palco!
I suoi gusti vanno dalla musica classica, all’heavy metal, Fan di Vasco da sempre, della musica Italiana, ama il Rock ed il Maestro Ennio Morricone.
Gli piace associare la musica al divertimento ed alla passione, piuttosto che alla competizione. Ha un paio di soprannomi curiosi, affibbiati negli anni dai colleghi musicisti: Morientes (è stato spesso a Santo Domingo), Hulk (per le magliette verdi spesso sfoggiate nei live) e naturalmente Bordy!

icona-facebook

Loris De Poli (voce)

Scopre di avere una voce intonata fin da piccino, poiché all’età di 5 anni si mette ad “urlare” di fronte al muretto del proprio cortile di casa la canzone Hit del momento: Sandokan!
Crescendo arriva il periodo “Spiritual” o meglio… entra a far parte del coro della Chiesa, nel quale milita per un paio d’anni, dove con “il Maestro” impara ad utilizzare per bene l’ugola. Un bel giorno viene folgorato da un annuncio letto in un mensile musicale, che riportava le seguenti parole: “Gruppo Rock Italiano cerca cantante” al quale risponde. La voce viene testata e finalmente si parte!
La prima data con le Altre Storie ed è un Giovedì 6 Febbraio 1997. La stagione musicale ’98 -’99 si snoda con una serie di riscontri positivi per il gruppo, ma nel contempo una differenza di vedute affiora tra i membri della band. L’ultima data (la numero 73) Domenica 30 Maggio ‘99.
In Settembre ’99 fonda la Exit Band, nei primi anni ci sono diversi avvicendamenti nel gruppo, fino al 2001, anno in cui si stabilizza un “quartetto base” che suonerà con molta frequenza fino a tutto il 2006, quando consensualmente la band si ferma dopo 672 date. In questo periodo parallelamente si forma anche una tribute band a Vasco Rossi denominata Deviazione Rossi.
Effettivamente “Vasco era nell’aria”, a Loris piace fin da ragazzino, ed a Maggio 2007 viene contattato dai Nuovo Fronte, effettua una sola prova e qualche giorno dopo (Venerdì 18 Maggio) si ritrova in palco con loro. E’ l’inizio di un altro bel periodo: tante date, tanti luoghi, la conoscenza di molte persone con le quali si diventa col tempo amici e complici, la condivisione di tanti bei momenti ed emozioni… …insomma proprio un intenso e bel periodo. A Settembre 2014 comunica ai propri compagni di palco la sua scelta di mollare questo “ritmo” ed a fine anno esce dai Nuovo Fronte (dopo 817 date).
Nel 2015 rifonda la Exit Band Italian Tribute e canta con la Rock Star Vasco Tribute.

icona-facebook

Marco Bonaldo (batteria)

Si avvicina alla musica all’età di 8 anni studiando pianoforte per quattro, successivamente intraprende lo studio della Batteria prendendo lezioni private presso diversi insegnanti a Padova. Tra tutti, le esperienze più significative e forgianti dal punto di vista musicale (ma non solo), sono state certamente quelle con Bob Parolin, Massimo Aiello, Jimmy Weinstein. Frequenta poi privatamente lezioni di teoria e solfeggio con il prof. Stefano Lanza, docente presso il Conservatorio di Padova e autore del libro di testo “Manuale Ragionato di Teoria Musicale”. Nel 2010, tramite audizione, entra nel corso PRO dell’accademia NAM a Milano e consegue il diploma nel 2012 con il punteggio più alto. Ha avuto l’onore ed il piacere di studiare Batteria col Maestro Tullio de Piscopo, inoltre la possibilità di approfondire le materie di Armonia, Arrangiamento, Teoria Musicale, Solfeggio, Storia della Musica, Musica d’insieme con i maestri Cesare Pizzetti, Daniele Perini, Claudio Flaminio, Camillo Bellinato. Ha maturato numerose esperienze live dall’età di 15 anni esibendosi nel territorio nazionale con svariate formazioni e in diversi contesti, spaziando tra i generi musicali Pop, Rock, Blues, Jazz.

icona-facebook

Marco Zavatta (chitarra)

Appassionato di musica fin da bambino ha passato e passa tuttora gran parte del suo tempo con la chitarra in mano. Dalla giovanissima età di 11 anni si è affidato alle mani esperte del maestro A. Tonin, con il quale ha studiato fino ad entrare nel mondo dell’insegnamento e poiché non si finisce mai di imparare ha continuato gli studi con il mitico K. Abbas presso la scuola PadovaMusica.
Frequenta quasi da subito il mondo del live, nel quale è molto attivo con diversi gruppi, vantando un considerevole numero di date. Tra i nomi di risalto nel panorama musicale locale, suona per qualche anno anche con i 32° Parallelo, probabilmente una delle migliori Nomadi Tribute Band esistente sul territorio nazionale.
Nel tempo libero pensa anche alla carriera di studente: laureato in Ingegneria Biomedica nel 2018, prosegue gli studi per la Laurea Magistrale in Bioingegneria presso l’Università degli Studi di Padova.

icona-facebook
×